Regolamento

L’APSC IL CANGURO, (di seguito l’”Associazione”) in base alle regole del proprio Statuto, stipula il presente “Regolamento Interno” che è parte integrante dello Statuto stesso.

ART.1
II regolamento interno dell’Associazione disciplina, in aggiunta allo statuto, il comportamento di tutti i Soci durante le attività organizzate dall’Associazione e di coloro che operano, in qualsiasi forma, per l’Associazione, a meno che la loro posizione non sia già disciplinata per legge o in altri accordi stipulati dall’Associazione stessa.

ART.2
I Soci all’atto dell’adesione hanno accettato lo Statuto e il Regolamento Interno, si impegnano a rispettare le disposizioni ivi previste. Questi sono tenuti a partecipare attivamente e promuovere la vita e la crescita dell’Associazione. Per raggiungere tale scopo i soci non si limiteranno a presenziare alle attività e agli eventi promossi dall’Associazione ma si faranno promotori attivi delle stesse attività verso l’esterno.

ART.3
L’iscrizione all’Associazione è obbligatoria per frequentare l’Associazione, le attività organizzate e per usufruire dei servizi offerti. All’atto dell’iscrizione verrà rilasciato al Socio una tessera con validità periodica ed indicata sulla tessera stessa. Al termine del periodo di validità, il Socio può rinnovare la propria iscrizione attraverso il pagamento della relativa quota associativa nella misura e secondo le modalità determinate, per il singolo anno, dal Consiglio Direttivo dell’Associazione.
La validità della qualità di socio, efficacemente conseguita all’atto di presentazione della domanda di ammissione, è subordinata all’accoglimento della domanda stessa da parte del Consiglio Direttivo. Lo status di Socio non crea altri diritti di partecipazione e, segnatamente, non crea quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, né per successione a titolo particolare né per successione a titolo universale, né per atto tra vivi.
Le dimissioni da socio vanno presentate per iscritto al Consiglio Direttivo dell’Associazione.
La presentazione della domanda di ammissione, il contestuale versamento della quota sociale e l’accettazione della domanda, seguita dall’iscrizione nel libro dei soci, danno diritto immediato a ricevere la tessera sociale, acquisendo quindi la qualifica di socio a tutti gli effetti.

ART.4
L’iscrizione all’Associazione di un minore d’età è regolare quando viene effettuata da un genitore (o da chi ne esercita la potestà genitoriale, di seguito “Genitore”) munito di documento di riconoscimento valido. Questa avviene previa compilazione di un modulo d’iscrizione completo con i dati del Genitore e con i dati del minore stesso.
Al momento dell’iscrizione il Genitore deve sottoscrivere l’accettazione del presente Regolamento Interno nonché di tutte le norme contenute nello Statuto e negli eventuali Statuti e Regolamenti Interni degli altri Enti, associazioni, società cui l’Associazione intende affiliarsi.
La quota da versare per l’anno 2014/2015 è di euro 25,00.
La quota d’iscrizione attribuisce il diritto ai seguenti servizi offerti dall’Associazione:
Accesso all’Associazione;
Eventi ad ingresso gratuito che l’Associazione organizzerà durante l’anno.
Sono richieste quote contributive per l’iscrizione a laboratori (grafico-pittorici, teatrale, psicomotorio ecc.), sostegno compiti, babysitting, centro estivo, accompagnamenti, eventi particolari (feste, spettacoli, proiezioni, gite ecc.).
Tutte le partecipazioni a corsi ed attività di ogni genere vanno prenotate e concordate con la Segreteria dell’Associazione per garantire al meglio la corretta fruizione dei servizi da parte di tutti i Soci e la gestione delle attività.

ART.5
Nel modulo d’iscrizione del Socio minore d’età, il Genitore è tenuto ad indicare i nominativi delle persone autorizzate, ove si rendesse necessario in base all’attività realizzata dall’Associazione cui il minore stiamo partecipando, a venire a riprendere il minore. Gli incaricati dell’Associazione sono tenuti a controllare che le persone che si presentano a riprendere il minore siano tra quelle appositamente indicate dal Genitore all’atto dell’iscrizione. Nel caso in cui il Genitore, scelga di non indicare nessun nominativo, sottoscrive un’apposita dichiarazione di completa assunzione di responsabilità ed esonero nei confronti dell’Associazione e dei soggetti da questa incaricati, ad allontanarsi dalla struttura ovvero dal controllo dell’Associazione (o dei suoi incaricati) al termine dell’attività cui il minore stava partecipando ovvero al termine del servizio reso dall’Associazione (o dai suoi incaricati). Il minore sarà quindi libero di lasciare la struttura ovvero di allontanarsi dal controllo dell’Associazione (o dei suoi incaricati). L’Associazione, nonché i suoi incaricati, faranno in modo, con la diligenza del buon padre di famiglia, che il minore, laddove non venga affidato ad un soggetto il cui nominativo è stato indicato dal Genitore del minore, si allontani dalla struttura ovvero dal controllo dell’Associazione (o dei suoi incaricati) al termine dell’attività cui lo stesso stava partecipando ovvero al termine del servizio reso dall’Associazione (o dai suoi incaricati), nella maggior sicurezza possibile.
Nel caso in cui venissero concordati degli orari per il recupero del minore, il Genitore sarà puntuale nel venirlo a prendere e dovrà avvisare tempestivamente l’Associazione, su eventuali protrazioni di orario.

ART.6
L’Associazione, per venire incontro alle necessità dei Soci ovvero dei Genitori, effettuerà, in loro favore, previa esplicita richiesta all’atto dell’iscrizione all’Associazione, ovvero in qualsiasi successivo momento della vita associativa, purché si utilizzino i moduli indicati dall’Associazione all’atto della richiesta, attività di supporto babysitting pre e post scuola e supporto compiti a domicilio. I Soci ovvero il Genitore che evidenzieranno la necessità di un supporto babysitting pre e post scuola e supporto compiti a domicilio, dovranno definire, di comune accordo con l’Associazione, le modalità di svolgimento di tale attività.
In particolare i Soci ovvero il Genitore dovranno indicare precisamente: il periodo di inizio e termine del supporto richiesto, i giorni della settimana, gli orari, il/i luogo/luoghi nei quali tale supporto dovrà essere svolto.
I Soci ovvero il Genitore potranno altresì richiedere che l’Associazione si occupi anche dell’accompagnamento da e per i luoghi indicati all’atto dell’iscrizione sotto la voce “Indirizzi”. Tale accompagnamento sarà effettuato dall’Associazione a piedi, in bicicletta, con mezzi pubblici, con autovetture ovvero con qualsiasi altro mezzo ritenuto idoneo e messo a disposizione dai Soci, dal Genitore ovvero dall’Associazione stessa (“Accompagnamento”).
Ove necessario, il Genitore rilascerà all’Associazione ovvero ad altri Soci previamente individuati di concerto tra l’Associazione ed il Genitore, le necessarie autorizzazioni per svolgere l’Accompagnamento. In caso di mancato rilascio da parte del Genitore delle autorizzazioni necessarie all’Accompagnamento, nessuna contestazione potrà essere mossa nei confronti dell’Associazione ovvero dei predetti Soci. L’Associazione avrà cura di effettuare l’Accompagnamento nella massima sicurezza possibile, nel rispetto delle indicazioni fornite dal Socio ovvero dal Genitore, utilizzando persone scelte tra i Soci che hanno manifestato la loro disponibilità ad realizzare tale supporto. Laddove, per le necessità dei richiedenti, si rende indispensabile l’adozione di mezzi dotati da particolari caratteristiche, queste ultime dovranno essere evidenziate dal Socio o dal Genitore al momento della richiesta in modo da permettere all’Associazione, ove possibile, di strutturare al meglio l’Accompagnamento.
I Soci che accetteranno di curare il supporto di Accompagnamento in favore degli altri Soci ovvero del Genitore richiedente per conto del Socio minore, si assumono a loro volta la responsabilità personale delle attività effettuate e si impegnano a manlevare l’Associazione da qualsiasi richiesta, risarcimento, spesa, danni, esborso, pagamento ovvero di ogni ulteriore pretesa dovesse essere rivolta alla stessa che dovesse derivare, anche indirettamente, dell’Accompagnamento effettuato e che non risultasse coperto da idonea polizza assicurativa per dette attività che l’Associazione si impegna a sottoscrivere.
Tale servizio non e’ esclusivo e l’associazione si riserva di ottimizzare percorsi e mezzi di locomozione, sostuire gli incaricati secondo le necessita’ al fine di garantire il livello migliore di servizio e la sua continuita’.
A tal riguardo, i Soci ovvero il Genitore prendono atto che l’Accompagnamento non costituisce attività commerciale né professionale e, pertanto, accettano che nessuna richiesta di risarcimento potrà essere rivolta all’Associazione, oltre all’eventuale contributo versato, in caso di ritardi o modifiche all’Accompagnamento, rimanendo inteso che l’Associazione farà quanto nelle proprie possibilità per rispettare le indicazioni relative all’Accompagnamento fornite dai Soci ovvero dal Genitore.

ART.7
Il pagamento delle quote per le attività dell’Associazione, ove non comprese in quella associativa, dovrà essere effettuato entro il 5 di ogni mese ovvero secondo le modalità concordate all’atto dell’iscrizione. In caso di ritardo nel pagamento, al Socio inadempiente non verrà concesso, salva espressa e giustificata deroga da parte del Consiglio Direttivo, di partecipare alle attività dell’Associazione sino alla corresponsione del dovuto.
I pagamenti potranno essere effettuati in contanti presso la Segreteria dell’Associazione ovvero sul conto corrente bancario intestato a “Il Canguro APSC” con il seguente IBAN IT28F0832703206000000030382.

ART.8
I soci, che per ragioni indipendenti dalla loro volontà, dovessero versare in situazioni di disagio economico o personale possono presentare richiesta al Consiglio Direttivo al fine di ricevere agevolazioni, esoneri o sostegno morale e materiale da parte dell’Assemblea dei soci, in attuazione dei principi di solidarietà e cooperazione che caratterizzano l’azione dell’Associazione.

ART.9
Il Consiglio Direttivo ha facoltà di affidare incarichi a soci che abbiano manifestato la disponibilità ad un impegno maggiore nella vita dell’Associazione. Tali incarichi hanno carattere temporale limitato e possono prevedere un rimborso economico in casi di particolare impiego di tempo e risorse da parte del Socio incaricato.
Il Socio che offre la propria disponibilità nei confronti dell’Associazione per curare alcuni aspetti della vita associativa, e che riceverà, anche verbalmente, l’incarico dal Consiglio Direttivo, deve eseguire gli incarichi affidatigli e da esso accettati, impegnandosi a rispettare le necessità indicate dagli altri Soci e dall’Associazione adeguandosi al presente Regolamento ed allo Statuto. Nel caso in cui il Socio in questione, per gravi motivi, non possa offrire il proprio supporto, provvederà ad avvertire la Segreteria dell’Associazione, avendo cura di ricercare lui stesso una sostituzione.
Il Consiglio Direttivo si riserva il diritto di revocare qualsiasi affidamento di attività effettuato nei confronti di taluno dei Soci per sopravvenuta inidoneità a svolgere la specifica attività da parte del Socio ovvero qualsiasi altra ragione dovesse ritenere opportuna nell’ottica del buon nome e dei principi che sottendono all’Associazione. La revoca, al pari del conferimento, di cui al presente articolo verrà comunicata nella forma richiesta ovvero ritenuta opportuna dal Consiglio Direttivo, anche verbalmente, ma comunque secondo la modalità che assicuri la piena conoscenza e comprensione da parte del Socio.

ART.10
Nel caso si rendesse necessario l’utilizzo da parte di alcuni Soci, previamente autorizzati dal Consiglio Direttivo ovvero da un Consigliere all’uopo autorizzato dal Consiglio Direttivo stesso, di mezzi di proprietà ovvero messi a disposizione dall’Associazione, questi lo utilizzerà solo se in possesso della patente di guida valida prescritta, rispettando pedissequamente, ed impegnandosi affinché tutti i soggetti nel veicolo rispettino le norme del Codice della Strada in vigore e quelle di buona condotta ed educazione.
Nel caso occorressero sinistri durante l’utilizzo del veicolo messo a disposizione o di proprietà dell’Associazione ed affidato temporaneamente al Socio, quest’ultimo dovrà darne immediata notizia alla Segreteria dell’Associazione, limitando il più possibile danni a cose e persone.

ART.11
Il Socio è tenuto ad un contegno rispettoso nei confronti dell’Associazione e degli altri Soci, astenendosi dall’arrecare danni a sé, a terzi ovvero ai beni utilizzati durante la vita associativa. Ogni danno a cose o persone sarà risarcito dal Socio all’Associazione in forma specifica o per equivalente.

ART.12
Il presente regolamento entra in vigore dalla data di pubblicazione dello stesso sul sito internet dell’Associazione www.il-canguro.org. Eventuali modifiche al Regolamento verranno prontamente pubblicizzate ai soci mediante affissione presso la sede sociale per n. 10 (dieci) giorni consecutivi. Decorso tale periodo senza che i Soci presentino osservazioni allo stesso, il Regolamento, come modificato, si intenderà conosciuto ed approvato dai Soci in ogni sua parte. L’Associazione provvederà poi a pubblicarlo sul predetto sito internet.

 

Scarica il Regolamento dell’Associazione “Il Canguro”